venerdì, novembre 16

MapSlow: itinerari personalizzati a piedi e in bicicletta.

Vi volevo segnalare questa bella iniziativa nata dall’idea e dall’impegno di ItinerAria e che è stato pubblicizzato ieri dalla comunità di MovimentoLento.

In attesa di testarlo per ora mi limito a riportarvi il testo della loro ultima newsletter.


MapSlow: un'alternativa a Google Maps per viaggiatori lenti



Dopo anni di lavoro e di ricerca, finalmente si realizza un nostro antico sogno: una mappa interattiva che consenta a chiunque di creare itinerari personalizzati su sentieri e percorsi ciclabili, in tutta Italia. Anzi, in tutto il mondo.

itinerAria presenta MapSlow, un sito con cui puoi studiare la tua camminata domenicale, pianificare tuo prossimo viaggio in bicicletta, creare in pochi clic mappe personalizzate, guide dettagliate, tracce GPS. Liberamente, e gratuitamente.

Come liberi e gratuiti sono i dati geografici con cui funziona il nostro sistema: Open Street Map, il “wikipedia delle mappe”, mette a disposizione degli escursionisti decine di migliaia di chilometri di percorsi fuoristrada in tutta Italia.


Crea il tuo itinerario, in pochi clic!
MapSlow ti consente di creare itinerari personalizzati a piedi e in bicicletta, su strada e fuoristrada, su sentieri e piste ciclabili. Clicca sulla mappa Open Street Map per scegliere il punto di partenza, quello di arrivo, i punti di passaggio, e il sistema calcolerà automaticamente l’itinerario generando le mappe nella scala desiderata. Potrai stampare mappe e road book, oppure esportare le tracce GPS.





Gli itinerari
Oltre a poter calcolare il tuo percorso, su MapSlow puoi trovare migliaia di chilometri di itinerari rilevati sia dai tecnici di itinerAria, sia da volontari che collaborano con il nostro progetto: La Via Francigena da Canterbury a Roma, l’itinerario pedonale tra Genova, Torino e Milano, la rete Lombardia in bicicletta, la rete delle ciclabili del Po di Lombardia sono alcune tra le principali proposte, da oggi disponibili oltre che come traccia GPS anche su mappe dettagliate, stampabili su fogli A4


Maggiori informazioni le potete trovare sul sito ufficiale MapSlow e sulla pagina facebook di MapSlow troverete itinerari, idee per i tuoi viaggi, novità sulla rete Open Street Map. Se conosci un bell’itinerario e vuoi consigliarlo, postalo sulla bacheca, possibilmente linkandolo a una traccia GPS disponibile in una banca dati on line. Tra gli ultimi post sulla pubblicati trovi i link alle più importanti banche dati del web.


Le mappe "open source" per promuovere il territorio


Come avete potuto vedere MapSlow si appoggia alle OpenStreetMap (OSM) e il WebGis MapSlow è in grado di calcolare automaticamente e gestire  i percorsi sulla base dei dati OSM.

OpenStreetMap (OSM) è un progetto internazionale di mappatura del pianeta, che punta a creare e fornire dati cartografici liberi e gratuiti a chiunque ne abbia bisogno. Il progetto è stato lanciato perché la gran parte delle mappe (ad esempio Google Map) hanno restrizioni legali o tecniche al loro uso, e non garantiscono la continuità delle condizioni di servizio.

I vantaggi dell’utilizzo di OSM per la mappatura di una rete sentieristica o ciclabile sono molteplici:

l’utilizzo delle mappe è libero e gratuito, sia per l’inserimento nei siti web sia per la produzione di mappe derivate, sia digitali sia cartacee;
sono già disponibili e quasi complete la rete stradale, il reticolo idrografico, le curve di livello;
sono in parte disponibili le tracce dei sentieri e delle piste ciclabili, e in genere sono di buona qualità;
sono disponibili numerosissimi software “open source” in grado di gestire ed elaborare le mappe OSM, ad esempio per calcolare percorsi, stampare mappe su carta, utilizzare i dati in vari modi;
OSM è uno standard internazionale utilizzato in tutto il mondo, e la visibilità di una rete sentieristica diventa un ottimo messaggio promozionale per gli escursionisti stranieri; inoltre evita ai committenti di legarsi a un particolare fornitore o a una particolare tecnologia;
OSM sta diventando lo standard per i dispositivi portatili come iPhone, iPad, Android e anche per i GPS Garmin.

Ormai centinaia di migliaia di iscritti alla community di OSM alimentano il database con nuovi percorsi, e il loro numero è in crescita esponenziale. Si tratta perlopiù di volontari, singoli appassionati che dedicano un po’ del loro tempo libero a un progetto socialmente utile. Portano con sé un GPS durante le loro passeggiate, registrano la traccia, memorizzano i dettagli del percorso e lo caricano sul web con il semplice software dedicato.

Le possibili applicazioni “sociali” di OSM sono innumerevoli: ad esempio può essere utilizzato nelle scuole, per insegnare ai ragazzi un uso “socialmente utile” dei dispositivi portatili (smarphone, iPad) che spesso già posseggono, che possono diventare uno stimolo per organizzare gite alla scoperta del territorio. Oppure le Associazioni locali (ad esempio il CAI) possono essere istruite per imparare a mappare intere reti di sentieri.