martedì, gennaio 25

Geotagging, inserire coordinate nelle foto.


Dove è stata scattata questa foto?

Tutti sappiamo che i files delle immagini prodotte dalle fotocamere digitali contengono oltre ovviamente ai dati dell’immagine stessa, anche molte altre informazioni, dal modello della fotocamera utilizzata, data e ora dello scatto, alle impostazioni del diaframma, il tempo di esposizione, se era in uso il flash o meno, dati ISO etc etc..

Tutti questi dati sono contenuti nei cosiddetti  Tag Exif  dove exif sta per “EXchangeable Image File format”, una specifica per il formato di file immagine utilizzato dalle fotocamere digitali. La specifica utilizza i formati esistenti JPEG, TIFF Rev. 6.0, e RIFF, con l'aggiunta di specifiche etichette di metadati detti appunto tag.

Tra questi tag ci sono anche due coppie di coordinate geografiche, che servono ad identificare la posizione della fotocamera e del soggetto fotografato.

Geotaggare le foto significa inserire nei dati Exif del file le coordinate GPS, cioè la posizione reale dove la foto è stata scattata. 

Tralasciando gli smartphone di ultima generazione che hanno applicazioni apposite per fare ciò, in commercio ultimamente stanno apparendo macchine digitali già con gps integrato oppure si trovano dispositivi gps appositi  da collegare direttamente alle fotocamere. Persino gli ultimi gps sono diventati più tecnologici integrando al loro interno una fotocamera permettendo così il geotagging automatico.

Ma per chi ha già un gps ed è affezionato alla sua macchina fotografica priva di gps,  come può fare?

Fortunatamente ci sono software nati proprio per questo scopo. Se ne trovano diversi in circolazione, come GeoSetter (Windows), GPSPhotoLinker (Mac OS X) o JetPhoto e GPicSync (Windows e Linux) e persino Microsoft ha un software free Pro Photo Tool.

Se avete poco tempo a disposizione o non volete impratichirvi con nuovi programmi ma volete arrivare subito al risultato allora GPicSync è il più indicato.

Si imposta la cartella dove risiedono le foto, si seleziona la nostra traccia registrata e si clicca su sincronizza.

 

Il resto lo fa il programma generando al termine un log dell'attività svolta e soprattutto un file xml che ci permette di visualizzare le foto direttamente in Google Earth. 

 
Attenzione che in questo caso le foto risiedono solamente sul nostro pc e non in rete su Google Earth.
Se volete fare in modo che chiunque possa vederle dovete provvedere al loro caricamento sul sito  Panoramio.com

Se invece cercate un software un po' più professionale, con più opzioni e con  la possibilità di vedere al suo interno le foto geotaggate su mappa,  allora dovete assolutamente orientarvi verso Geosetter , JetPhoto o Pro Photo Tool.

Qui sotto potete vedere alcune schermate dei relativi programmi.
Geosetter

JetPhoto


Pro Photo Tools